Charantea

Charantea . Infuso di momordica charantia – Il modo più naturale di fare qualcosa contro il diabete

Con la sua azione la pianta abbassa il tasso glicemico e depura il sangue

La Charantea, Momordica Charantia o ampalaya, come è chiamata dalle popolazioni Filippine, da secoli è uno dei generi alimentari più amati in molti paesi dell’Asia.

I diabetici confermano che la glicemia scende già dopo poche settimane con circa 4 tazze di charantea al giorno, da assumere dopo i pasti (per alcune persone il miglioramento è evidente ancora prima).

Migliora anche la tolleranza al glucosio.

Molte persone abituate da tempo a consumare la tisana dichiarano inoltre di dormire meglio, di sentirsi più freschi.

Sparisce anche la stitichezza cronica.

In molti soggetti si abbassa il tasso di colesterolo, aumenta la circolazione e si rimarginano meglio le ferite.

Preparazione:

Versare 1 cucchiaio di Charantea in 1 litro d’acqua bollente, far bollire a fuoco lento per circa 4 min. poi togliere dal fuoco.

Cosa è Charantea, Momordica Charantia?

Charantea consiste di pezzetti e sementi essiccati della pianta Charantea, Momordica charantia diffusa e conosciuta in Asia come una verdura salutare. E’ da tempo che si conoscono i suoi effetti benefici soprattutto per quanto riguarda il metabolismo e la glicemia. Nelle Filippine la Momordica charantia è conosciuta con il nome Ampalaya o Bitter melon. Pare che l’Ampayala sia particolarmente ricca di sostanze utili.

La consigliamo a tutti che vogliono:

  • Ottimizzare il metabolismo
  • Influire positivamente sulla glicemia
  • Prevenire il diabete
  • Stimolare la digestione
  • Agire consapevolmente sul colesterolo
  • Favorire una normale pressione sanguinea
  • Rafforzare il sistema immunitario

La charantea contiene esclusivamente il frutto e i semi della pianta tropicale Momordica charantia il cui effetto anti-diabete viene confermato da numerosi studi. Preparata in forma di tisana con acqua bollente è una bevanda naturale di gusto piacevole senza caffeina. Ai diabetici viene consigliata come integrazione di una eventuale cura medica accompagnata da una dieta appropriata ed attività fisica. Si è dimostrata utile soprattutto in caso di diabete mellitus tipo 2. Esperienze recenti dimostrano effetti positivi anche in casi di diabete tipo 1.

Quando e quanto charantea devo bere?

Si può bere a qualsiasi ora sia calda sia fredda anche aggiungendo un po’ di limone. L’effetto migliore si ottiene bevendola dopo i pasti.
A scopo preventivo e per il benessere giornaliero bastano 1 o 2 tazze. Ai diabetici ne raccomandiamo 1 litro al giorno.

Ci sono effetti collaterali?

charantea è un prodotto che viene consumato in forma di verdura da sempre da milioni di persone. E quindi assolutamente sicuro. Non vi sono effetti collaterali, anzi:

Si dorme meglioDigestione più facileBenessere generale aumentatoMiglioramento della circolazione sanguinea negli arti

Quali vantaggi comporta il consumo di charantea per la persona diabetica?

La Momordica charantia è noto da tempo come rimedio contro il diabete ed altre malattie. Studi internazionali confermano la sua efficacia. Diabetici che oltre alla cura medica normale bevono circa. un litro di charantea al giorno confermano che la loro glicemia si abassa stabilendosi a valori normali. Molti dicono di dormire meglio svegliandosi più riposati. Altri hanno trovato aiuto in caso di stitichezza cronica.

Devo smettere di prendere medicine quando bevo charantea?

No, in nessun caso! Consigliamo la continuazione della cura, attività fisica, una dieta sana e 4 tazze di charantea al giorno.

Perché dovrei bere charantea se continuo con la cura medica normale?

Per facilitare un durevole controllo della glicemia. Per favorire il metabolismo e migliorare eventuali problemi collaterali p.e.circolatori e digestivi e per rafforzare il sistema immunitario.

Quanto tempo ci vuole finchè noto un miglioramento?

Per quanto riguarda i valori della glicemia varia da persona a persona. Insieme ad una cura tradizionale, dieta e attività fisica anche dopo 2 settimane. Normalmente si dovranno calcolare da 6 a 8 settimane per la stabilizzazione della glicemia a valori più bassi. Questo effetto stabilizzante è dovuto alla capacità di charantea di migliorare la tolleranza al glucosio.

Prendo insulina, posso bere charantea lo stesso?

Non c’è ragione perché no. Pero attenzione: controllare bene i valori della glicemia per evitare che si abbassi troppo. Consultare il medico per una eventuale riduzione dell’insulina.

I miei valori glicemici sono quai normali. Devo smettere di bere charantea?

No. Continui a bere charantea accanto alla usuale cura, dieta e l’attività fisica. Quando i valori della sua glicemia si saranno stabilizzati per un certo tempo, consulti il medico per un eventuale cambio di terapia.

E indicata charantea anche in caso di gravidanza e per bambini?

Mancano conoscenze sicure a proposito. Per questo non consigliamo in questi casi il consumo di charantea.

Infuso di momordica charantia

Scopri anche il Libro Momordica Charantia. Un alimento particolarmente consigliato in caso di diabete e acne

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ

Facebook Comments

Precedente Self Lifting Successivo Ricetta tibetana