Come Abbassare la Pressione Senza Farmaci

Come Abbassare la Pressione Senza Farmaci …

La pressione del sangue alta, o ipertensione, è uno dei disturbi di salute più comuni al mondo. La maggior parte delle persone a cui viene diagnosticata si sottopone a un trattamento medico. Questo articolo ti presenterà alcuni rimedi facili che puoi provare per abbassare la pressione senza farmaci.

1 – Cucina in casa o compra cibi a basso contenuto di sale (o che ne siano privi). Riduci o evita il consumo di sale da cucina (sodio, cloruro di sodio, NaCl). In effetti, ti serve una piccola quantità di sale (sodio e cloruro) nella tua alimentazione. Il sodio aiuta a regolare i processi elettrici dei nervi e dei muscoli, ma un eccesso può causare ritenzione idrica, il che aumenta il volume del sangue. Quando si verifica una situazione del genere, il cuore deve pompare con più forza per farlo circolare nel corpo; di conseguenza, la pressione aumenta. Per valutare la quantità di sale usato, non devi basarti sul sapore del cibo, quindi allungare una zuppa con acqua non ti sarà di aiuto: se l’hai già salata, sarà inutile.

Ricorda inoltre che il sale non è solo quello che usi per condire i cibi che cucini o che metti a tavola. Il sodio si trova anche in prodotti già pronti che compri. Diversi alimenti elaborati industrialmente e confezionati contengono il benzoato di sodio, un conservante. Dovresti imparare a leggere con consapevolezza le etichette, acquistare cibi a basso contenuto (o privi) di sale o sodio e cucinare senza questo condimento. In ogni caso, devi sapere che i prodotti nei quali il sodio è stato sostituito con il potassio al semplice scopo di essere venduti con la dicitura “a basso contenuto di sodio” possono essere più dannosi.

2 – Evita i classici cibi elaborati industrialmente contenenti sale e altri additivi, alimenti precotti, in scatola e imbottigliati, come carne, sottaceti, olive, zuppe, chili con carne, pancetta, prosciutto, würstel, prodotti da forno e contenenti glutammato monosodico (MSG), carne con acqua aggiunta (presenta un contenuto di sodio maggiore). Inoltre, tieniti alla larga da condimenti come senape, sughi già pronti, salsa chili, salsa di soia, ketchup, salsa barbecue e così via. A titolo esemplificativo, devi sapere che l’alimentazione quotidiana di molte persone include fino a 5 g di sodio, un’abitudine considerata estremamente poco salutare da quasi tutti i medici. Cerca di non superare i 2 g al giorno.

  • I medici spesso prescrivono diete a basso contenuto di sodio, la cui assunzione è compresa tra i 1100 e i 1500 mg al giorno. La American Heart Association sostiene che il corpo umano in realtà può funzionare con soli 200 mg di sodio al giorno.
  • Per insaporire i cibi in maniera salutare, esistono molteplici marche di condimenti privi di sale, creati con combinazioni di spezie ed erbe aromatiche tritate o in polvere. Ricorda invece che i prodotti simili al sale non sono a basso contenuto di sodio o più leggeri. Più che altro, si tratta di sostituti del sale (come quelli a base di potassio, per esempio il cloruro di potassio). Vanno usati con moderazione, perché esagerare è altrettanto dannoso.

3 – Segui un’alimentazione moderata e magra, ed evita stimolanti. Non consumare la caffeina ed evita di esagerare con cioccolato, zucchero, carboidrati raffinati (anche se la pasta non si trasforma tanto velocemente in zuccheri come il pane, i pasticcini e le torte), dolciumi, bevande zuccherate e grassi alimentari in eccesso. Cerca di preferire una dieta prevalentemente vegetale, invece di esagerare con carne, derivati del latte e uova

4 – Assumi meno caffeina. Smettere di bere caffè e altre bevande a base di caffeina abbassa la pressione. Bastano 1 o 2 tazze di caffè per aumentare la pressione sanguigna e causare un’ipertensione di primo grado. Se una persona ne soffre già, il caffè solitamente complica ulteriormente la situazione, dal momento che la caffeina è uno stimolante del sistema nervoso. Quindi, dei nervi agitati inducono il cuore a battere più velocemente, con conseguente innalzamento della pressione. Se tendi a esagerare con la caffeina (ovvero bevi più di 4 bevande che la contengono al giorno), sarebbe meglio diminuirne il consumo gradualmente per prevenire sintomi da astinenza, come il mal di testa.

5 – Aumenta il consumo di fibre. Le fibre puliscono l’organismo e aiutano a controllare la pressione favorendo una buona regolarità digestiva. La maggior parte delle verdure, specialmente quelle a foglia verde, presenta tante fibre. Inoltre, ne sono ricchi molti tipi di frutta fresca, frutta secca, legumi (fagioli e piselli) e cereali integrali.

Metodo 2 di 6: Rimedi Naturali

1 – Prova qualche rimedio naturale. Consulta il medico per sapere se un metodo di questo tipo può essere un’alternativa sicura per il tuo caso. Molti di questi rimedi [1] sono supportati da prove scientifiche, le quali dimostrano che possono abbassare la pressione del sangue.

  • Gli integratori più utili per abbassare la pressione arteriosa sono il coenzima Q10, l’omega-3, l’olio di pesce, l’aglio, la curcumina (estratta dalla curcuma), lo zenzero, il pepe di Cayenna, l’olio d’oliva, la frutta secca, la cimicifuga racemosa, il biancospino, il magnesio e il cromo.
  • Assumi 1 cucchiaino di aceto di sidro di mele 3 volte al giorno. Diluiscilo con circa un bicchiere d’acqua. Questo metodo agisce velocemente ed efficacemente.
  • Prendi compresse di aglio o mangia uno spicchio di aglio crudo al giorno.

2 – Prendi vitamine del gruppo B. Vitamine come la B12, la B6 e la B9 possono aiutarti ad abbassare i livelli di omocisteina nel sangue, il cui eccesso può causare problemi cardiovascolari. Puoi trovare questi nutrienti anche nei cibi che mangi quotidianamente.

3 – Mangia cibi ricchi di omega-3 e minerali come il potassio: pomodori/succo di pomodoro, patate, fagioli, cipolle, arance, frutta fresca e frutta secca. Aggiungi il pesce al menu almeno 2 volte alla settimana. Questo alimento è ricco di proteine, e molti tipi di pesce, inclusi il salmone, lo sgombro e l’aringa, hanno alti livelli di acidi grassi omega-3, che possono abbassare i grassi chiamati trigliceridi e promuovere in generale una buona salute cardiovascolare.

Metodo 3 di 6: Minimizzare l’Utilizzo di Stimolanti

1 – Smetti di fumare. Gli stimolanti contenuti nelle sigarette, come la nicotina, possono interessare la pressione del sangue [2]. Se smetti di fumare, non solo puoi abbassare la pressione, puoi anche favorire una buona salute cardiovascolare. Inoltre, è possibile ridurre le probabilità di contrarre altre malattie, come il cancro ai polmoni.

2 Perdi peso. I chili di troppo possono causare difficoltà cardiovascolari croniche, e questo aumenta la pressione arteriosa. Immagina di avere 9 kg di troppo. Sarebbe come portarti costantemente addosso una busta di 9 kg di cibo per cani. Prova a camminare con questo peso. Ben presto, il cuore inizia a battere più velocemente e con più fatica, rimani a corto di fiato e accusi una certa stanchezza. Alla fine, arrivi al punto in cui non vedi l’ora di lasciare la busta.
Ricorda che per il corpo è estremamente difficile portarsi dietro tutto quel peso in eccesso. Purtroppo, molti hanno ben più di 9 kg di troppo. Dimagrendo, il cuore non deve pompare con tanta forza e la pressione si abbassa.

3 – Evita droghe e alcolici. Un consumo eccessivo di droghe e alcool può danneggiare molti organi, inclusi fegato e reni. Quando vengono danneggiati, possono causare un accumulo di liquidi nel corpo. Come affermato prima, un eccesso di liquidi affatica il cuore e questo aumenta la pressione arteriosa.

  • Molte droghe sono stimolanti. Il consumo di queste sostanze porta il cuore a battere più velocemente. Più rapidamente batte, più aumenta la pressione del sangue. Evitando droghe e alcool, riuscirai a ridurla.
  • Alcuni medicinali da banco, come l’ibuprofene preso per il mal di testa, inducono il corpo a trattenere il sodio. Quindi, chi assume farmaci che trattengono più sodio di quanto l’organismo farebbe naturalmente stressa ulteriormente il corpo

Metodo 4 di 6: Rilassamento

1 – Rallenta il ritmo, per aiutare il corpo a rilassarsi. Molte persone assistono a un aumento temporaneo della pressione sanguigna quando sono sotto stress. Se soffri di pressione arteriosa alta perché sei sovrappeso o rischi l’ipertensione per motivi genetici, allora lo stress peggiora il disturbo. Questo succede perché la ghiandola surrenale mette in circolo gli ormoni dello stress, che tendono a sovraffaticare il sistema cardiovascolare.

  • Se sei cronicamente sotto tensione e l’ormone dello stress viene secreto tutti i giorni, allora il sistema cardiovascolare entra naturalmente in uno stato di sovraffaticamento. Questo succede perché l’ormone dello stress aumenta le pulsazioni e il battito cardiaco, affatica la respirazione, proprio come quando il corpo deve prepararsi per una decisione del genere “attacco o fuga”. Il corpo pensa che tu abbia bisogno di combattere o scappare, quindi si prepara naturalmente per una di queste azioni. A causa dello stress prolungato, il cuore deve quindi sopportare una fatica enorme. Quindi, prova alcune tecniche di rilassamento:
  • Prova a fare una lunga passeggiata alla fine di una giornata stressante, prima di andare a letto. Ogni giorno, ritagliati del tempo per staccare la spina.
  • Prima di andare a letto, ritagliati 30 minuti per finire gli incarichi della giornata che non puoi rimandare (10 minuti), occuparti della tua igiene personale (10 minuti), creare un momento di calma provando a respirare profondamente e/o a meditare (10 minuti).

2 – Medita. Azioni semplici come osservare e rallentare la velocità della respirazione determinano una riduzione significativa della pressione sanguigna.

3 – Mentre ti rilassi per abbassare la pressione arteriosa, respira profondamente e lentamente, ma non tanto da avvertire fastidio, e ascolta della musica che ti piace. Puoi farlo finché non ti addormenterai o ritagliandoti pause occasionali di 5, 10 o 15 minuti nel corso della giornata.

4 – Fare un bagno o una doccia calda di 15 minuti può effettivamente abbassare la pressione per diverse ore. Farlo prima di andare a letto può aiutare il corpo a mantenere una pressione più bassa per ore o addirittura per tutta la notte.

Metodo 5 di 6: Esercizio Fisico

1 – Fai attività fisica. Ogni giorno, cammina per almeno 20-30 minuti a una velocità moderata di circa 5 km all’ora. Diversi studi hanno dimostrato che il semplice atto di camminare abbassa l’ipertensione. Non puoi passeggiare all’aperto? I tapis roulant usati sono reperibili su numerosi siti a costi piuttosto contenuti. Il vantaggio è che potrai camminare anche quando fuori piove o nevica. Inoltre, puoi farlo in pigiama, senza che i vicini ti vedano. In ogni caso, fai un favore a te stesso. Cerca di muoverti quotidianamente: bastano 30 minuti al giorno.

Metodo 6 di 6: Monitoraggio

1 – Monitora la pressione sanguigna. Puoi controllarla usando usando uno sfigmomanometro e uno stetoscopio. Per leggere i risultati, impara a distinguere tra le oscillazioni. Una pressione che può essere considerata normale per un bambino è diversa da quella di una persona più grande. Questo strumento ti permetterà di valutare la tua situazione basandoti sui seguenti livelli:

  • Pressione arteriosa normale: 120/80 e inferiore.
  • Pressione arteriosa pre-ipertensione: 120-139/80-89.
  • Ipertensione di primo grado: 140-159/90-99.
  • Ipertensione di secondo grado: 160/100 e superiore.

Consigli

  • Fare movimento per 30 minuti al giorno può aiutarti molto ad abbassare la pressione.
  • Le singole porzioni di cibo possono avere un contenuto di sodio basso, moderato o alto. Una mela o un altro frutto sarebbe a basso contenuto di sodio, infatti ne ha meno di 100 mg.
  • Esistono software poco costosi e di uso intuitivo che aiutano a monitorare il proprio dimagrimento, l’attività fisica e lo stato di salute.
  • La seguente lista può essere usata per calcolare l’apporto di sodio di ogni cibo (leggi le etichette) che mangi, nello specifico in relazione a quello che dovrebbe essere l’apporto quotidiano di sodio:
    Basso contenuto di sodio = 0-1400 mg (0-1,4 g).
    Contenuto moderato di sodio = 1400-4000 mg (1,4-4 g). Osserva che la dose giornaliera raccomandata (RDA) di sodio è di circa 2500 mg.
    Alto contenuto di sodio = 4000 mg (4 g) o superiore.
  • Prendi regolarmente compresse di olio di pesce, che possono ridurre la pressione. Per esempio, la classica dieta americana si caratterizza per una carenza di omega-3 (olio di pesce), quindi recuperare l’equilibrio è una delle mosse più importanti da fare per ridurre naturalmente la pressione. Inoltre, ciò offre molti altri benefici. A ogni modo, fai delle ricerche su questi integratori. Esistono infatti delle preoccupazioni in merito all’aumento dei livelli di mercurio in certi prodotti della pesca trattati.
  • Ascoltare o produrre dei canti ritmici stabilizza la respirazione, quindi questo è benefico per il corpo.
  • Un digiuno di soli succhi (dieta a basso contenuto calorico) può aiutarti, ma prima parlane con il tuo medico.

Avvertenze

Se la pressione arteriosa raggiunge picchi di 180/110 o superiori, devi rivolgerti immediatamente a un medico. Questo è indicativo di una crisi ipertensiva, che può causare molte complicazioni e addirittura essere letale qualora non venisse trattata subito.

La pressione arteriosa bassa, con un livello inferiore a 60/40, viene chiamata ipotensione, e anche in questo caso bisogna andare subito dal medico.

Se assunto in eccesso, l’aglio può far diluire il sangue, e lo stesso vale per l’aspirina. Ciò può causare problemi di coagulazione e contusioni.

Sebbene tutti questi suggerimenti siano efficaci per abbassare la pressione del sangue senza farmaci, a volte non bastano. Se anche dopo aver seguito questi consigli la pressione si aggira sui 140 mmHg su 90 mmHg (solitamente scritto 140/90), o è superiore, dovresti vedere un medico. Le conseguenze di un’ipertensione non trattata o non tenuta sotto controllo includono rischi come ispessimento e irrigidimento del muscolo cardiaco, diabete, danni ai nervi e ictus, il che può lasciare una persona su una sedia a rotelle per tutta la vita. Un colpo apoplettico a volte può alterare le funzioni cerebrali di un individuo, abbastanza da danneggiare permanentemente la facoltà di parlare.

L’insufficienza renale è un’altra conseguenza della pressione alta, e può mettere una persona sotto dialisi per il resto della sua vita. Se trovi che seguire rigorosamente le tattiche di prevenzione sia noioso, scrivi “ictus” e “insufficienza renale” su un foglio di carta e attaccalo al frigorifero per ricordarti quello che può succedere a causa dell’ipertensione.

Tutto il testo è condiviso sotto Creative Commons License – Fonte originale wikiHow 

Le cause della pressione alta vengono imputare dalla classe medica al consumo di sale. Ma siamo sicuri che sia proprio così? In questa intervista l’autore del bestseller “Vivere 120 anni Adriano Panzironi ci spiega le vere cause della Pressione Alta e come curarla in modo naturale senza l’utilizzo di farmaci

“Il mio Medico” – Come curare la pressione alta. La dott.ssa Roberta Rettagliati, Medico di base, è ospite di Monica Di Loreto nella puntata de “Il mio Medico” del 9 febbraio 2015.

INTEGRATORI NATURALI

ARTICOLI CORRELATI

LIBRI PER APPROFONDIRE

Facebook Comments

Precedente Le Guarigioni del Cervello Successivo Ganoderma - Reishi dalle proprietà