DECALOGO della SALUTE

La Medicina Naturale insegna a prevenire le malattie con stili di vita appropriati per evitare al massimo le intossicazioni e le conseguenti infiammazioni corporee, ma anche gli scienziati del “National Institute of Aging” americano mettono in guardia su certe sostanze (tossine) come gli ossidanti.

1 – Ridurre al minimo la dipendenza dalle cure mediche e da Vaccini e farmaci (dal greco pharmakon= medicina, rimedio, veleno, che sopprimono i sintomi e non eliminano le cause. Le malattie non vanno mai represse ma sempre prevenute innalzando le difese immunitarie e/o nel caso di stato di malattia, eliminate facendole uscire dall’organismo con le metodologie NATURALI.

2 – Mangia poco e solo se hai veramente fame. La sovralimentazione è nemica della longevità. Dai ascolto all’istinto quando ti dice che hai mangiato a sufficienza.

CONSIGLI:

Alimentarsi in modo salubre e corretto, scegliendo alimenti nutrienti, sicuri, gustosi, è una valida abitudine che, gestita a partire dall’allattamento materno e nell’infanzia e gioventu’, rispettando le regole della varietà e della moderazione, aiuta a prevenire il sovrappeso.

Sempre più grande è il numero di studiosi della alimentazione che vede nelle pessime abitudini alimentari e nelle diete squilibrate e non sane che l’umanità tende a seguire per mille ragioni (prima l’ignoranza) la causa del peggioramento della salute generale della nostra specie anche e soprattutto nel mondo civilizzato che in cui ciò dovrebbe non essere vero.

  1. – Limitare al massimo il consumo di cibi cotti (cibi morti) ed evita i “cibi spazzatura”: es. fritti precotti, liofilizzati, surgelati, congelati, omogeneizzati, affumicati, pastorizzati, sterilizzati, conservati in scatola, fermentati.
  2. Aumentare i carboidrati complessi (riso, mais, frumento, orzo, miglio, farro)
  3. Ridurre il consumo di cereali eccessivamente raffinati (riso raffinato, farina bianca, ecc.).
  4. Evitare lo zucchero e i dolcificanti non naturali e prodotti industriali dolci.
  5. Non mescolare proteine animali diverse nello stesso pasto. In generale evitare l’uso frequente di latteo-caseari (latte, formaggi, burro, panna, yogurt) e gli insaccati; ridurre il consumo di carne e uova; preferire il pesce e le proteine vegetali (fagioli, ceci, lentic-chie, tofu’).
  6. Evitare l’uso frequente di grassi e oli fritti.
  7. Consumare poco o niente sale.
  8. Consumare preferibilmente alimenti freschi e verdure di stagione, possibilmente non trattate e CRUDI oltre ai germogli o verdure fermentate (tipo crauti naturali o insalatine) nei pasti, soprattutto se a base di cibi animali.

Per un più elevato apporto nutrizionale integrare la propria alimentazione con cibi verdi selvatici, ricchi di clorofilla, minerali, vitamine e sostanze antiossidanti naturali facilmente assimilabili.

Per evitare problemi di digestione è preferibile non consumare la frutta più dolce e zuccherina a fine pasto.

Mangiare molte verdure e ortaggi crudi: cavoli verdi e rossi, cavolini di Bruxelles, cicoria, indivia, insalata riccia, spinaci, verza, cavolfiore, cetrioli, peperoni, pomidoro, zucche gialle, zucchine verdi, finocchi, barbabietole, carote, ravanelli, sedani, rapa, tarassaco, topinambur, carciofi e radicchio. Il sedano e la lattuga, essendo altamente alcalinizzanti, neutralizzano l’acido che si trova nello stomaco e impediscono che lo stesso si gonfi.

  • Bere soprattutto acqua e in buona quantità a pH alcalino.
  • Ricordarsi di masticare molto i cibi introdotti in bocca.
  • Mantenere l’intestino sempre pulito (la stitichezza provoca tossiemia). Consuma cibi crudi ricchi di fibre e fai ginnastica addominale. I cibi devono transitare velocemente e non devono imputridire nell’intestino.
  • Cammina tutti i giorni ad andatura sostenuta (90-110 passi al minuto) per almeno 3/4 d’ora. Evita gli ascensori: salire le scale a piedi è un ottimo esercizio, anche per il cuore. Sudando ed ansimando si eliminano tossine.
  • Fare frequenti massaggi rilassanti, decongestionanti essi stimolano la circolazione linfatica e sanguigna.
  • Effettuare bagni di sole e di aria. Non indossare abiti molto stretti e con fibre sintetiche, utilizzando ogni occasione per far respirare il corpo e al tempo stesso facendo attenzione a non raffreddarlo.
  • Esercitare una costante attività sessuale: è bene tenere sempre in allenamento cervello, muscoli, libido. La sessualità va vissuta con allegria e mai con angoscia.
  • Lavorare per tutta la vita a qualcosa di significativo e di impegnativo. Siate sempre rigorosi (prima con voi stessi e poi con gli altri) e siate soprattutto coerenti, operando per affermare le vostre convinzioni.
  • Cercate la massima indipendenza. Assumete il pieno controllo della vostra vita e vivete in prima persona la responsabilità della vostra salute e del vostro benessere. Ricordatevi anche che, ridere fa buon sangue…
  • Vivete il piu’ possibile in armonia con l’ambiente che vi circonda. Amate le altre persone e la natura, gli altri animali, le piante, l’aria, l’acqua, la terra, l’Universo. Fonte: www.mednat.org

Facebook Comments

Precedente I Mostri nel Mio Frigorifero Successivo Kamut - Carciofi - Latte, contro gli ultimi virus