Insonnia: radici di un problema e le vie verso la soluzione

Un problema comune – L’insonnia è un grande problema condiviso da moltissime persone, in Italia e in tutto il Mondo. Infatti, da uno studio basato su interviste fatte a persone in Italia, Germania, Francia e Regno Unito, è emerso che ben 34 persone su 100 soffrono regolarmente di questa fastidiosa patologia.

Le tipologie – Esistono due tipi di insonnia: il primo, definito “insonnia primaria”, non è legato ad altri problemi di salute, mentre il secondo, “insonnia secondaria”, è legato ad ansia, stress, depressione o sensazione di dolore. L’insonnia secondaria è la più diffusa e comune.

La durata e le cause – Per capire meglio come risovlere il problema è necessario capire da quanto tempo persiste e come si manifesta. In tal senso, una suddivisione può essere tra insonnia acuta (temporanea) o cronica.

Nel forma acuta, l’individuo non riuscirà a dormire bene per periodi breve e contenuti (da una singola notte ad alcune settimane) e riposerà senza problemi nei periodi restanti. Alcune cause di questa instabilità temporanee possono essere:

  • Stress o ansia momentanei.
  • Forte malattia.
  • Disagio emotivo o fisico momentaneo.
  • Fattori ambienti come rumore, luce o temperature non confortevoli (troppo caldo o freddo) che interferiscono con il normale riposo.
  • Alcuni farmaci come quelli per trattare raffreddori, allergie, depressione, ipertensione o asma.
  • Sfasamento orari

Diversamente, la forma cronica può considerarsi tale dal momento in cui le problematiche si protraggono per periodi superiori al mese. Questa situazione può dipendere in modo particolare da:

  • Depressione o ansia.
  • Stress cronico.
  • Dolori o fastidi durante la notte.

Gli effetti – Intaccando il naturale riposo dell’individuo, queste problematiche originano una serie di reazione che possono avere effetti spiacevoli (e dannosi) sulla vita quotidiana tra cui:

  • Sonnolenza durante il giorno.
  • Irritabilità e nervosismo.
  • Problemi di concentrazione, di memoria e di apprendimento.
  • Profonde occhiaie.
  • Pelle spenta e sciupata.
  • Segni d’espressione che si trasformano in rughe ben visibili.

Soluzioni farmaceutiche – Rivolgendosi ai medici, spesso si riccore a farmaci quali sonniferi e/o ansiolitici che, da una parte, possono rappresentare una soluzione rapida al problema ma, dall’altra, presentano numerosi effetti collaterali, ben visibili nei foglietti illustrativi dei singoli medicinali. Alcuni di questi sono:

  • Sonnolenza
  • Confusione e amnesia
  • Alterazioni visive
  • Ansia e agitazione
  • Nausea e vomito
  • Tremori
  • Perdita della libido e problemi erettili
  • Perdita dei capelli

Inoltre, l’utilizzo prolungato di certi medicinali genera dipendenza e assuefazione. Col tempo, quindi, sarà necessaria aumentare dosi o cambiare medicinali per ottenere gli stessi risultati, aumentando l’esposizione agli effetti collaterali e, di conseguenza, i potenziali effetti dannosi.

Soluzioni naturali – Di fronte ad un simile scenario, viene logico domandarsi se esista qualcosa di meno invasivo e dannoso per tentare di attenuare (e magari risolvere) il problema dell’insonnia. Dagli studi effettuati, i prodotti rivelatisi efficaci per affrontare questo problema sono da ricercare tra le piante e sono:

  • Withania somnifera -utile contro insonnia, stress e ansia, offre ulteriori benefici sulla memoria e sull’attenzione.
  • Rodiola rosea – aiuta a combattere l’insonnia, specialmente quella causata da leggera depressione, aiuta a migliorare il tono dell’umore, la memoria e l’attenzione.
  • Schisandra chinesis –  lavora in sinergia con le altre piante, migliora la concentrazione e la resistenza dell’organismo alle malattie e all’affaticamento
  • Passiflora incarnata – favorisce il rilassamento fisico e mentale

Assunti in combinazione possono rappresentare una soluzione al problema dell’insonnia. Il valore aggiunto è quello di provenire direttamente dalla natura restringendo, di fatto, il campo degli effetti collaterali dannosi per l’uomo.

Queste erbe si trovano singolarmente in commercio in qualsiasi farmacia e/o erboristeria o in unica soluzione.

Informazioni sull’Autore Alessandrini Alex Web editor e appassionato di rimedi naturali. Fonte: Article-Marketing.it

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO

Insonnia: come evitare stanchezza e problemi cardiovascolari

Utilizzate il potere del sonno per guarirvi

PRODOTTI E E RIMEDI NATURALI

Biomagnet Insomniamag – Disturbi del sonno – L’utilizzo di Insomniamag e’ indicato per tutti coloro che soffrono di insonnia e di disturbi del sonno

Rhodiola Rosea – 50 Capsule. Integratore alimentare a base di Rhodiola Rosea. La Rhodiola stimola la produzione di serotonina, un ormone che contribuisce al controllo di appetito, sonno, umore e funzioni cardiovascolari, e al potenziamento di memoria, attenzione e apprendimento.

Magnesio Supremo. – Di tutti i minerali, tra i quali calcio, potassio e sodio, il magnesio è sicuramente quello più importante, in quanto attiva oltre 300 differenti reazioni biochimiche basilari, necessarie per avere un organismo che funzioni adeguatamente. Il magnesio infatti è un nutriente fondamentale, che aiuta a produrre energia indispensabile all’organismo.

TESTI PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ

Insonnia – L’insonnia può manifestarsi attraverso una riduzione della quantità di sonno, ma anche attraverso un peggioramento della sua qualità, ovvero della sua funzione ristoratrice (un buon sonno si giudica dal risveglio e non solo in base alla durata). L’importante è dunque risvegliarsi in piena forma.

Facebook Comments

Precedente Cucinare naturalMente... per la salute Successivo Panna Soia & Soia Vegtal Cusine