La Graviola, il killer naturale delle cellule cancerogene

La Graviola, il killer naturale delle cellule cancerogene – La graviola è un albero originario della maggior parte delle aree tropicali del Sud e Nord America, Amazzonia compresa. Produce un frutto grande e di colore giallo verde che può pesare fino a 5 kg, con un diametro di 15-23 cm contenente all’interno una morbida polpa bianca. I frutti crescono su un piccolo e dritto albero sempreverde, alto 5-6 m con grandi foglie lucenti di colore verde scuro. 

La Graviola è apprezzata in Brasile per il suo piacevole aroma ed il suo sapore unico. Alcuni studi hanno evidenziato la possibilità che gli alcaloidi presenti nella Graviola abbiano forti effetti antidepressivie, per questo motivo risultano in corso ricerche approfondite.Per la sua composizione è sperimentato per le presunte proprietà anti-cancerose. La frutta, venduta in molti mercati dei tropici, viene chiamata guanábana nei paesi di lingua Spagnola e Graviola in Brasile.Tutte le parti della Graviola sono usate in fitoterapia, specie le foglie, la corteccia e le radici a cui sono attribuite diverse proprietà.

Sono stati riscontrati nella Graviola molti composti bioattivi e fitochimici che gli scienziati studiano sin dal 1940 e i molti usi nella medicina naturale sono stati convalidati dalla ricerca scientifica. Tre gruppi di ricerca separati hanno isolato i composti di acetogenina nella graviola e hanno dimostrato proprietà antitumorali ed anticancerogene significative (toxicity selettivo contro i vari tipi di cellule di cancro senza nuocere alle cellule sane).

Sono stati pubblicati otto studi clinici sulle loro scoperte. Molte delle acetogenine hanno dimostrato il toxicity selettivo alle cellule tumorali a dosaggi molto bassi. Quattro di questi studi sono stati pubblicati nel 1998 e dimostrano la forte capacità antitumorale ed antivirale degli estratti di Graviola.

L’Università di Purdue, in Lafayette Occidentale, Indiana, ha condotto un’importante ricerca sull’acetogenine (grazie ad una sovvenzione dell’Istituto Nazionale sul Cancro e l’Istituto Nazionale di Salute americano – NIH) ed il suo personale ha analizzato almeno nove brevetti (americani ed internazionali).

La Graviola ha dimostrato di possedere proprietà antibatteriche e antimicotiche. Esperimenti condotti alla fine degli anni ’70 dal National Cancer Institute (USA), mostrarono un’attiva citotossicità contro cellule tumorali presente nelle foglie e nello stelo della graviola, per cui i ricercatori hanno da allora proseguito gli studi fino a scoprire nella pianta composti chiamati annnonacee acetogenine i quali sembrano possedere la capacità di inibire la crescita delle cellule di alcuni tipi di tumore (colon, seno e polmoni).

Uno studio alla Catholic University of South Corea pare abbia dimostrato che un’acetogenina della graviola sia 10.000 volte superiore a un farmaco chemioterapico come l’adriamicina. La ricerca sugli effetti della graviola sul cancro sta proseguendo e quattro nuovi studi sono stati pubblicati nel 1998 i quali sembrano confermare le acquisizioni degli studi precedenti.

In tutta onestà pare alquanto prematuro affidarsi alla sola graviola nella cura contro il cancro, ma la nostra speranza resta quella di un ulteriore approfondimento medico-scientifico di questo fitoterapico assai promettente, al fine di un suo possibile utilizzo razionale nella terapia antitumorale.

La Pianta di Graviola: dati tecnici

Famiglia: Annonaceae
Genere: Annona
Specie: muricata
Nomi comuni: Graviola, Brazilian paw paw, guanábana, soursop,
Parti Usate: Foglie, frutto, semi, corteccia, radici.

Etnobotanica: usi nel mondo

Brasile: analgesico, febbre, nevralgia, parassiti, reumatismi.

Haiti: astenia, cataplasmi, cicatrizzante, tosse, diarrea, emetico, influenza, pediculicida, pellagra, sonnifero, piaghe, spasmi, stomachico.

Bahamas: colpi di freddo, febbre, influenza, nervosismo, palpitazioni, eruzioni, sedativo, malattie della pelle.

Jamaìca: antispasmodico, diuretico, febbre, lattagogo, vermifugo.

Malesia: foruncoli, tosse, dermatosi, reumatismi.

Messico: astringente, diarrea, dissenteria, febbre, pettorale, tigna, scorbuto.

Panama: antielmintico, diarrea, dissenteria dispepsia, ulcera (stomaco), reni, piscicida, vermifuga.

Curacao: parto, cistifellea, nervosismo, sedativo del parto, tè, tranquillante.

Altre regioni: analgesico, artriti, asma, astringente, antinfiammatorio, dissenteria, febbrifugo, insetticida, cianosi, reni, lattagogo, malaria, pettorale, piscicida, scorbuto, stomaco.

Per ogni malattia che affligge l’uomo, nella natura c’è il suo rimedio” Edgar Cayce

Articoli correlati:

La graviola è un piccolo albero sempreverde, dal tronco diritto, alto 5-6 metri, dalle foglie grandi e lucide di color verde sc uro. Produce un grosso frutto edibile color giallo-verde, a forma di cuore, diametro 15-20 cm, dalla polpa bianca. La graviola proviene dalle zone tropicali più calde del Nord america e del Sudamerica, Amazzonia compresa.

I semi triturati vengono usati contro parassiti interni ed esterni, pidocchi e vermi. La scorza, le foglie e le radici, prese sotto forma di tè, vengono considerate sedative, antispastiche, ipotensive e nervine.

La graviola ha una lunga e ricca storia di utilizzo in erboristeria ed è impiegata dagli indigeni fin dai tempi più remoti. Nelle Ande peruviane il tè di foglie di graviola viene usato contro il catarro (infiammazione delle membrane mucose) e i semi tritati vengono usati per uccidere i parassiti. Nell’Amazzoni a peruviana la scorza, le radi ci e le foglie vengono usate contro il diabete e come sedativ o e antispastico.

Le tribù indigene della Guyana utilizzano il tè di foglie e/o di corteccia come sedativo e cardiotonico.

Azioni principali :

  • anticancerosa
  • antimicrobica
  • antiparassitaria
  • ipotensiva (abbassa la pressione del sangue).

Impieghi principali: Nella cura delle infezioni batteriche e micotiche per parassiti e vermi inte rni per la pressione alta per le depressione, lo stress e i disturbi nervosi Proprietà / Azioni documentate dalla ricerca: antibatterica, anticancerosa, anticonvulsivante, antidepressiva, antimi cotica, antimalarica, antimutagena (protettore cellulare), antipar assitaria, antispastica, antitumorale, cardiodepressiva, emetica (causa vomito), i potensiva (abbassa la pressione del sangue), insetticida, sedativa, utero- stimolante, vasodilatativa.

Altre proprietà/azioni documentate dall’uso tradizionale : antivirale, cardiotonica (tonifica, equilibra , rafforza il cuore), decongesti onante, digestiva, antipiretica (riduce la febbre), nervina (equilibra o calma i nervi), pediculicida (uccide i pidocchi),vermifuga (espelle i vermi).

Ingredienti per dose giornaliera (2 cps): Graviola e.s. (Annona muricata L. Fructus) 900 mg, Cellulosa vegetale.

Attenzione : ha effetti cardiodepressivì, vasodilatatori e ipotensivi (abbassa la pressione sanguigna). Forti dosaggi possono causare nausea e vomito. Evitare l’uso concomitante di potenziatori dell’ATP, come il CoQIO.

Controindicazioni: La graviola ha mostrato un’attività di stimolazione uterina in uno studio animale (ratti), e quindi non deve essere usata in gravidanza.

La graviola ha mostrato attività ipotensiva, vasodilatatoria e cardiodepressiva in studi animali, ed è controindicata per le persone con pressione bassa.

Chi prende farmaci antiipertensivi dovrebbe consultare il proprio medico prima di assumere la graviola e tenere sotto controllo la pressione sanguigna (perché può rendersi necessario modificare il dosaggio dei farmaci).

Graviola - 60 Capsule

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Enzyflor Integratore – 90 Capsule Vegetali – Enzimi e probiotici svolgono un ruolo fondamentale per la vitalità e regolarità delle funzioni gastrointestinali e immunitarie.

In particolare: Acidophilus DDS-1 è un potente antagonista della flora batterica patogena e micotica, aiuta a fissare il calcio e le vitamine del gruppo B.

Il Bulgaricus e il Rhamnosus rendono più adatto l’ambiente intestinale ai lattobacilli e più ostile ai batteri patogeni grazie alla produzione di acido lattico.

Gli enzimi, estratti dal fungo Aspergyllus, favoriscono l’assimilazione di qualsiasi supplemento vitaminico/minerale e nutrizionale.

Heliantus Tuberosus constituisce l’alimento preferito dai batteri amici.

Annona muricata ha proprietà antibatteriche, antiparassitarie, antispastiche e antidegenerative.

Proprietà

L’eubiosi intestinale e una completa scomposizione e assimilazione dei nutrienti sono fondamentali per garantire una corretta e ottimale funzionalità dell’apparato digerente, non solo, ma enzimi e probiotici svolgono un ruolo primario nel sostenere la vitalità e la regolarità delle funzioni immunitarie . L’Acidophilus DDS- 1, il ceppo più resistente e vitale, migliora digestione e assimilazione e, fornendo enzima lattasi, permette di digerire meglio i prodotti caseari aumentando la possibilità di utilizzare il calcio in essi contenuto . Fissa le vitamine del gruppo B e produce varie sostanze antibiotiche ed antivirali, tra cui I’acidophilina, risultando così molto potente come antagonista della flora patogena e micotica.

I bifidobatteri sono i più importanti batteri “amici” reperibili nell’intestino crasso o colon degli adulti in buona salute e dei bambini che siano stati allattati al seno. Questi batteri diminuiscono con l’età e in caso d’infermità. La supplementazione con bifidobatteri di qualità in quantità adeguate è quindi necessaria per garantire la regolarità delle funzioni intestinali e la pulizia del colon aiutando a prevenire anche i tumori intestinali . I lattobacilli Rhamnosus e Bulgaricus, che hanno un’elevata capacità dÖ produrre acido lattico nell’intestino, acidificando l’ambiente intestinale creano un ambiente adatto per i lattobacilli ma inospitale per i batteri patogeni.

Gli enzimi ottenuti dall’Aspergyllus sono la risposta ideale a tutti i problemi legati alla digestione . L’Aspergillus contiene anche l’enzima Cellulasi che favorisce I’assimilazione della base vegetale su cui vive la coltura di L. Acidophilus e in generale la sua combinazione con i probiotici favorisce e migliora l’uti-lizzazione di qualsiasi supplemento vitaminico/minerale e nutrizionale. L’Heliantus tuberosus è una ricca fonte naturale di fruttoligosaccaridi (FOS). Si tratta di uno zucchero semplice che non viene assimilato dal sistema digestivo umano, e arriva dunque intatto negli intestini.

Il FOS costituisce l’alimento preferito dei batteri amici, in particolare del Bifidus ma anche dell’Acidophilus. L’effetto del FOS è duplice: da un lato esso nutre i batteri amici con cui viene incapsulato, aumentandone la vitalità e la resistenza; dall’altro esso svolge una autonoma azione come “prebiotico”, andando a rivitalizzare la flora batterica autoctona. Il FOS ha anche una forte azione antiossidante, grazie ad una elevata concentrazione di kampferolo e altri fenoli antiossidanti. L’Annona muricata (graviola), usata da secoli dalla medicina popolare del Sud America, possiede notevoli proprietà antibatteriche, febbrifughe, antiparassitarie, vermifughe, antispastiche, antidepressive e vasodilatatrici. Le sue proprietà terapeutiche sono state oggetto di studio a partire dal 1940 e si è dimostrata sia la sua attività antibatterica sia, nel programma di ricerca finanziata dal National Cancer Institute nel 1976, le sue potenti proprietà antidegenerative.

Enzyflor Integratore - 90 Capsule Vegetali
Aavv
Ordina su Il Giardino dei Libri

Integratore alimentare di Graviola

> Scopri tutti i prodotti >

ARTICOLI CORRELATI

Facebook Comments

Precedente Lavandula Bio – Olio Essenziale Puro Successivo Il silenzio degli innocenti