La Vita nel Piatto

La Vita nel Piatto – 150 ricette e 1000 riflessioni per scoprire il rapporto fra il gusto e il benessere.

Prendere contatto con la vita, la nostra vitalità, non permettere che venga rubata è un un diritto che va tutelato. Possiamo non averlo ricevuto attraverso l’educazione e le condizioni in cui siamo cresciuti ma possiamo riconoscerlo, impararlo e acquisirlo.

Siamo vitali nella misura in cui permettiamo che la vita scorra in relazione con tutti i nostri organi, si rigeneri attraverso forme di scambio costruttive e riveli come sia fonte di forza interiore che ci orienta alla realizzazione dei nostri propositi e dei nostri desideri. Questa è la forza che ci permette di essere capaci di stare nel cambiamento e nella complessità della vita diventando flessibili.

La rigidità elimina delle parti di noi stessi e di realtà, crea spaccature e quindi riduce il flusso della vita, lo stoppa e non avvicina alla creatività. Il processo creativo permette infatti di ridar vita a parti sofferte o di dar voce a pensieri che traducono il significato che diamo alle cose in un determinato tempo e luogo.

Il cibo ci aiuta a prendere contatto con le forme e i colori che la natura ha dato.

Il cibo ci abitua ad immaginare ogni giorno che cosa possiamo offrire e offrirci.

Il cibo ci sostiene. Il cibo ci mette in relazione.

Il cibo ci compensa. Il cibo ci addolcisce. Il cibo ci cura.

Se non dedichiamo un po’ di tempo per conoscerlo, per sentirlo, per definirne valori, caratteristiche e non impariamo a sceglierlo ci priviamo della grande possibilità di cui parla Giorgia Lagosti di partecipazione alla vita del nostro territorio o della bellezza di cui Ileana Ambrosio ci comunica attraverso l’analisi scientifica ma comunicata attraverso una lingua ricca di emozioni, di non perdere il contatto col nostro sentire.

Le teorie sono importanti per orientarci, per darci strumenti ma ogni ideologia in campo alimentare va superata e filtrata dalla nostra esperienza che ci guida nel comprendere e diventare consapevoli.

Questo è il taglio che ho voluto dare ai temi trattati nel secondo capitolo. Le ricette sono state curate da tre donne professioniste che cucinano per passione, per senso morale e per lasciare alle persone che incontrano il loro cibo la possibilità di risvegliare la gioia di sentire in quella consistenza la vita.

Ho percorso la via terapeutica del cibo convinta che ci fosse il rimedio per riportare in equilibrio l’ascolto obbediente della cellula.

Tutt’ora credo, attraverso la mia esperienza quotidiana di nutrimento di un bimbo, che senta quando apre la bocca se c’è stato il tempo, l’affetto, il fuoco, la dedizione e l’immaginazione di chi l’ha preparato. Abbiamo il dovere di costruire generazioni forti e non possiamo lasciarci ingannare da cibi facili, poco consistenti, poco colorati, freddi e privi di storia proprio ora in cui tutto appare fragile, finto, frantumato. Maria Luisa Savorani

La Vita nel Piatto
150 ricette e 1000 riflessioni per scoprire il rapporto fra il gusto e il benessere
Il-Giardino-dei-Libri

E’ ormai accertato che alimenti sani, naturali e gustosi aiutano a vivere meglio e a mantenere un buono stato di salute fisica e psicologica. In alcuni casi la cucina può essere terapeutica e giocare un ruolo fondamentale per il recupero della salute e delle energie. Ecco un’opera con circa 60 ricette vegane, crudiste e fruttariane.

ALTRI TESTI SCELTI PER TE

Facebook Comments

Precedente L'intestino Felice Successivo Auricularia Plus