Le regole anti malattie

Le regole anti malattie

Dedicarsi a un’attività fisica moderata come per esempio:

  1. camminare,
  2. praticare una corsa leggera,
  3. nuotare,
  4. andare in bicicletta per 30-40 minuti, 3 volte la settimana.

Nella dieta sono importanti:

  1. la vitamina C ( rafforza il sistema immunitario, aumenta la resistenza delle mucose alla penetrazione di virus e batteri, ha un’azione antisettica contro i microrganismi): si trova negli agrumi e nelle vedrure crude in genere;
  2. il magnesio ( attiva la produzione di linfociti), che è presente in: cereali integrali, germogli di soia, legumi, vegetali a foglia verde, carne, latte;
  3. lo zinco (attiva anch’esso la produzione di linfociti): si trova nella crusca, nel germe di grano, nel lievito, nella carne e nel pesce.

La corsa è una pratica sportiva semplice che consente di mantenere e di sviluppare una buona forma fisica migliorando l’efficienza cardiaca e circolatoria. Me è anche un’attività piacevole. Sembra infatti che abbia un attività rilassante e migliori il tono dell’umore.

E’ ormai ampiamente dimostrato che correre regolarmente fa bene alla salute, abbassa la quantità di zuccheri nel sangue, aiuta la circolazione, fa perdere peso e stimola il buon umore. Unica regola da osservare è quella di non esagerare e seguire alcuni semplici consigli pratici.

La medicina riconosce senza ombra di dubbio che l’attività fisica svolge un ruolo importante nel garantire una buona salute.

Questo dipende sostanzialmente dal fatto che una vita fisicamente attiva induce modificazioni e adattamenti organici che risultano positivi dal punto di vista della funzionalità d’organi ed apparati. Un altro aspetto importante è che questi adattamenti sono relativamente stabili nel tempo; pertanto, i benefici di una vita fisicamente attiva (corsa, camminate, fitness) si manifestano abbastanza in là negli anni.  Corsa – Attività fisica

I benefici del camminare:

  1. fa bene al cuore e ai polmoni,
  2. distende i nervi e rilassa,
  3. migliora il tono muscolare,
  4. ci aiuta a digerire dopo mangiato,
  5. massaggia i piedi,
  6. ci rende più attivi e si eliminano le scorie

correre

credit foto  link


I benefici del nuoto:

E’€™ scientificamente provato che nuotare faccia bene alla salute, alla longevità  ed al benessere in generale. Con l’€™allenamento, si ha in genere un aumento della massa magra ed una riduzione di quella grassa. Poichè il muscolo a parità  di volume del pesa più del grasso, si potrà  nuotare con l’€™allenamento natatorio, un incremento di peso pur risultando più snelli. Limitare i benefici dell’€™allenamento del nuoto ai soli miglioramenti estetici ne sminuisce il valore. I benefici del nuoto, infatti, si fanno sentire prevalentemente sullo sviluppo dell’impalcatura ossea, che sarà  armonioso e completo; la gabbia toracica tende a ingrandirsi; si correggono le deviazioni della colonna vertebrale (come nella scoliosi) e contemporaneamente non si sovraccaricano le articolazioni perchè viene praticato in un ambiente in cui è virtualmente assente la forza di gravità .

Il Nuoto stimola particolarmente i sistemi neuro-muscolare e cardio-circolatorio. Migliora la coordinazione motoria e respiratoria e riduce le spasticità . Anche l’aspetto psico-sociale del soggetto praticante ne trae beneficio in quanto si ha un incremento delle capacità  di apprendimento, di comprensione e di concentrazione che migliorano l’aspetto motivazionale e un ritrovamento della fiducia in se stesso che incrementa le proprie potenzialità  nel contesto relazionale. Nelle donne il nuoto permette di ottenere una silhouette armoniosa e ben proporzionata favorndo il dimagrimento e il rassodamento musculare combattendo cosଠin modo efficacemente gli inestetismi della cellulite. Contro la cellulite il nuoto e’ lo sport ottimale per eccelenza perche’ coinvolge tutti i muscoli, aiuta la circolazione ed evita sovraccarico allo scheletro.

Comunque Le seguenti situazioni di rischio richiedono il parere medico prima di intraprendere un’€™attività fisica:

  • avere più di 35 anni e non aver mai praticato attività fisica,
  • avere in famiglia casi di infarto, ipertensione o cardiopatia,
  • seguire una terapia con farmaci,
  • essere fumatori,
  • essere in stato di gravidanza,
  • essere affetti da diabete,
  • essere in soprappeso o in sottopeso,
  • avere un tasso di colesterolo elevato,
  • soffrire di dolori alla schiena.

di (Gian Maria D’Amici) Articolo sotto license  Creative Commons fonte link

APPROFONDIMENTI

    

Facebook Comments

Precedente Digestomap Successivo Alimentare il Benessere