Ogni cibo ha il suo antidoto

Ogni cibo ha il suo antidoto – Noi siamo ciò che mangiamo, questa frase è vera più che mai e proprio per questo motivo sempre più persone ricercano un’alimentazione più corretta possibile per la loro costituzione e per mantenere la loro salute in equilibrio.

Spesso ci troviamo ad evitare alimenti che pur piacendoci sappiamo che non sono adatti al nostro corpo, o che semplicemente appesantiscono la nostra digestione, eppure ogni tanto ci andrebbe di “sgarrare”, ma poi sorgono i sensi di colpa.

Per fortuna l’ayurveda ci viene in aiuto per redimerci.

Infatti secondo questa antica arte/medicina indiana possiamo cedere alle nostre tentazioni una volta ogni tanto ma abbondantemente piuttosto che un po’ tutti i giorni. Ad esempio se siamo intolleranti ai latticini ma allo stesso tempo ne andiamo pazzi è meglio concedersi una bella porzione di formaggi una volta ogni 2-3 mesi, piuttosto che tutti i giorni.

Ogni cibo ha il suo antidoto

Inoltre l’ayurveda ci viene in aiuto con alcuni particolari accorgimenti ed abbinamenti di cibi che vanno a controbilanciare gli effetti “nocivi” di alcuni di essi, in questo modo renderemo più digeribili i tanto desiderati “sgarri”.

Vediamo quindi quali sono gli antidoti per gli effetti nocivi dei cibi.

CIBO
Aceto
Aglio
Alcol
Avocado
Banane
Burro
Caffeina
Carne
Cavolfiori
Cetrioli
Cioccolata
Cipolle
Formaggio
Frumento
Gelato
Ghee
Insalata
Latte
Legumi
Mele
Noci
Olio
Patate
Pesce
Pomodori
Popcorn
Riso
Uova
Verze
Yogurt
Zucchero
ANTIDOTO
Zucchero di canna
Olio di oliva e limone
Semi di cardamomo e cumino
Curcuma, limone e pepe nero
Zenzero, miele, cardamomo
Miele, zucchero di canna
Noce moscata e cardamomo
Chiodi di garofano
Zenzero
Sale
Cardamomo e cumino
Cuocerle a lungo
Pepe nero e peperoncino
Zenzero
Cardamomo, chiodi di garofano
Cocco e grattugiato e limone
Olio di oliva e limone
Zucchero di canna
Pepe nero, sale e cumino
Cannella
Metterle a bagno una notte
Limone
Acqua calda e cumino
Cocco, limone
Cumino
Ghee
Sale, pepe nero
Prezzemolo, curcuma e cipolla
Olio di girasole e curcuma
Cumino e zenzero
Limone

Questa tabella non deve diventare un rigido regolamento da seguire, ma certamente ci può far venire in mente qualche ricetta gustosa per equilibrare gli alimenti nella maniera più corretta ed essenziale.

In ogni modo è importante tenere il corpo più pulito possibile da residui e tossine alimentari in questo modo il suo messaggio sarà chiaro e diretto, e il corpo sarà in grado di comunicare ciò che gli serve. Infatti un organismo “pulito” non richiederà cibi inadatti o dannosi ma al contrario inizierà a prediligere alimenti sani che completano i fabbisogni distruggendo i circoli viziosi per incentivare quelli virtuosi. Art. scritto da Margherita Gradassi Naturopata

Margherita Gradassi si laurea in ISF università di Farmacia, Diploma in Naturopatia presso Istituto Rudy Lanza con specializzazione in Iridologia Naturopatica e psicosomatica, Floriterapia di Bach e Australiana e Tecniche di massaggio Orientali. Formazione in bio-feedback “Life-System” col Dott. Baldari, Formazione in MRT col Dott. Bodo Khooler.

ARTICOLI CORRELATI

  • La Naturopata Simona Vignali autrice del “Manuale moderno di Naturopatia” e del “Manuale moderno di Ayurveda”, spiega come la medicina naturale aiuta a vivere ogni giorno con più energia e meno stress. Il benessere parte da un’alimentazione corretta…
  • La Cucina Ayurvedica – Ricette e consigli per la buona salute – Proprietà nutritive e terapeutiche dei cibi e delle combinazioni alimentari.
  • Panchakarma: puri per essere felici – Il Panchakarma è il trattamento principe praticato in Ayurveda, plurimillenaria disciplina che mira a mantenere e favorire il complesso equilibrio tra corpo, mente e spirito.

Facebook Comments

Precedente Mangiare è un Atto Agricolo Successivo Olio di Girasole