Ricetta tibetana

RICETTA TIBETANA PER: CALCOLI, COLESTEROLO, ISCHEMIA, CIRCOLAZIONE, FA’ DIMAGRIRE, CURA IL MIOCARDIO, ARTERIOSCLEROSI, TROMBOSI, SINUSITE, ECC.

MA CURA DAVVERO ANCHE I TUMORI ASSORBENDOLI?

Per sapere se questa ricetta trovata in un monastero buddista avrà tutti questi benefici effetti anche su di voi c’è un solo modo: PROVARLA!

Innanzitutto elenchiamo (sembra incredibile ma questa ricetta vanta un curriculum degno dell’amaro Svedese) tutte le patologie che hanno ottenuto benefici o addirittura la remissione completa.

COLESTEROLO, MIOCARDIO, PERDITA DI PESO CORPOREO, MIGLIORAMENTO DI VISTA E UDITO, PROMETTE DI ASSORBIRE I TUMORI E LE CISTI, TROMBOSI, CALCOLI, SINUSITE, ARTERIOSCLEROSI, ISCHEMIA, MALATTIE BRONCOPOLMONARI, SCIOGLIE I COAGULI DI SANGUE, MALATTIE BRONCOPOLMONARI, GASTRITE, REUMATISMI, EMORROIDI, MIGLIORA IL METABOLISMO, MAL DI TESTA DI VARIA NATURA ED ULCERE GASTRICHE,
IPERTENSIONE, INSONNIA, VENE VARICOSE .

Ma non vi sembra un valido motivo per provarla?
E’ ovvio che il consiglio del medico sarebbe auspicabile.

Raccomandazioni: essendo una cura disintossicante và fatta per gradi e preparandosi ad eventuali “crisi di guarigione “.

La preparazione è semplicissima e non comporta alcun rischio di sbagliare e seguendo passo passo le istruzioni potrete verificare su voi stessi l’effettiva efficacia della ricetta.

Importantissimo: abbiate cura di scegliere ingredienti di ottima qualità.

L’alcool che utilizzerete potrà essere del semplice, purchè non sia di qualità scadente, alcool per liquori. Meglio ancora una buona acquavite o (il massimo) un buon brandy.

Un regime alimentare variato ma che opti per una dieta vegetariana composta da ortaggi di stagione, legumi, sedano fresco e completata da riso non sbiancato (il tipo parboiled è accettabile ed auspicabile).

La pasta fresca anche all’uovo (se riusciste a confezionarvela da voi sarebbe un’ottima idea) è da includere in due o tre pasti settimanali.

La frutta lontano dai pasti è ottima.

Ora gli ingredienti:

350 gr. di ottimo aglio (se trovate dell’aglio rosso possibilmente di coltivazione biologica ancora meglio).

aglio 1

1/4 di litro di alcool per liquori, acquavite, grappa o brandy (alcuni hanno addirittura usato del buon wisky) purchè raggiunga i 70 gradi.

grappa 1

Dovete tritare gli spicchi d’aglio accuratamente. unirli alla bevanda alcolica prescelta e mettere il tutto a macerare per 10 giorni in frigorifero dentro un vaso di vetro chiuso ermeticamente.

Trascorsi i dieci giorni filtrerete con una garza fine e rimetterete tutto il liquido filtrato dentro lo stesso vaso pulito.

Fate riposare ancora per altri due giorni in frigorifero e poi riempitene un flacone con il contagocce.

A questo punto potete cominciare la cura seguendo fedelmente queste istruzioni:

  1.  giorno: 1 goccia in mezzo bicchiere d’acqua (tiepida se d’inverno) prima di colazione/ 2 goccia prima di pranzo/ 3 gocce prima di cena.
  2. giorno: 4 gocce prima di colazione/ 5 gocce prima di pranzo/ 6 gocce prima di cena.
  3. giorno: 7/8/9
  4. giorno: 10/11/12
  5. giorno: 13/14/15
  6. giorno: 16/17/18
  7. giorno: 17/16/15
  8. giorno: 14/13/12
  9. giorno: 11/10/9
  10. giorno: 8/7/6
  11. giorno: 5/4/3
  12. giorno: 2/1/25
  13. giorno: 25/25/25

Da questo momento in poi assumerete 25 gocce in un bicchiere d’acqua prima dei tre pasti principali fino alla fine della scorta di tintura d’aglio.

Questa ricetta disintossica l’organismo anche da metalli pesanti (piombo, amalgama ed altre schifose cosette).

Non va ripetuta prima che siano passati cinque anni (a meno di non avere qualche motivo grave: tumori e simili emergenze). Pubblicato da Maria Grazia. Fonte articolo Link

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o riviste. Si declina ogni responsabilità su quanto riportato, si invitano i lettori a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo. L’articolo potrebbe non coincidere con le vedute della medicina ufficiale e non sostituisce, in nessun modo, il parere del medico nel caso di problemi patologici. Non ci assumiamo nessuna responsabilità di un uso delle informazioni. È vietato l’impiego a scopo medico delle informazioni di carattere terapeutico e/o nutrizionale pubblicate senza il preventivo consiglio e/o supporto di un medico.

ARTICOLI CORRELATI

L’Aglio un amico per la salute  Hai problemi di salute che la medicina ufficiale non ti ha mai risolto? Vuoi evitare di riempirti di farmaci che curano il sintomo e non la causa del male che ti affligge?

Facebook Comments

Precedente Charantea Successivo Agrumi e farmaci meglio evitare