Troppo Connessi ?

Troppo Connessi ? – Cellulari, smartphone, wifi, dispositivi elettrici – Le verità scientifiche sui pericoli delle radiazioni elettromagnetiche per la nostra salute.

connessi-troppo-connessi

Un argomento che interessa tutti e in particolare i genitori, spiegato con stile scientifico e allo stesso tempo accessibile a tutti.

Chi non ha un telefonino? Comodo da portare, oggi ci segue dappertutto, in ogni momento della nostra vita, da quando ci svegliamo a quando andiamo a letto, incollato alle nostre orecchie e alle nostre dita.

Ma nel 2011 l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha denunciato che le radiazioni emesse dagli apparecchi elettromagnetici, come smartphone e cellulari, possono essere cancerogeni per l’uomo. E nella lista incriminata non troviamo solo i telefonini ma tutto ciò che può essere attaccato a una presa: modem e wifi, PC, phon e perfino il microonde.

Quando attacchiamo una spina alla presa, si crea un campo che emette onde elettromagnetiche. Che conseguenze hanno queste radiazioni sulla nostra salute? Come difendersi? Lo spiega questo libro, dal linguaggio semplice e scorrevole, e dal rigore scientifico. 

L’autore, Martin Blank, chiarisce quali contromisure possiamo applicare nella vita di tutti i giorni, per difenderci dall’inquinamento elettromagnetico, proteggendo noi stessi e i nostri cari. Un occhio di riguardo è rivolto ai bambini, coloro che sono sottoposti a un rischio maggiore, a cui è dedicato un intero capitolo.

PREFAZIONE

In tanti incontri, quando inevitabilmente mi si chiede cosa faccio per vivere, segue spesso uno scambio interessante. «Lavoro sugli effetti biologici dei telefoni cellulari, del Wi-Fi e dei dispositivi correlati» rispondo. Arriva quindi la domanda posta con una certa ansia: «Sono pericolosi, dunque?». Quando dico che esiste una mole considerevole di evidenze che mostrano un rischio significativo, la conversazione solitamente finisce lì, spesso con un commento del tipo: «Beh, per me è impossibile fare a meno del cellulare».

Queste esperienze mi hanno confermato che nello scrivere questo libro avrò davanti una strada tutta in salita.

Le persone si preoccupano per la loro salute, ma si preoccupano anche di fronte alla possibilità di dover rinunciare alla fantastica tecnologia che è divenuta così fortemente parte della loro vita. Permettetemi, quindi, di mettere le cose in chiaro fin dall’inizio: non c’è alcun bisogno che abbandoniate i dispositivi di quest’era elettronica.

Ma c’è una lunga serie di modi per affrontare il problema, modi che stanno fra la rinuncia totale di tali dispositivi e l’uso senza limiti che oggi se ne fa. Basti pensare alla storia delle bombolette spray per vedere come si sono trovate alternative più sicure una volta individuato il problema. Quando le bombolette spray hanno fatto la loro comparsa, venivano viste come qualcosa di miracoloso, come spesso avviene con tante novità tecnologiche.

Poi, negli anni Settanta del secolo scorso, gli studi hanno dimostrato che i propellenti usati stavano danneggiando lo strato dell’ozono, così importante per la vita sulla terra. Organizzazioni nazionali ed internazionali si sono mobilitate e si è arrivati ad un diffuso ed efficace divieto di utilizzo dei propellenti più dannosi.

Il risultato è che oggi abbiamo ancora le bombolette spray, ma l’emissione di sostanze che danneggiano l’ozono è in diminuzione.

Malgrado siano sempre di più le argomentazioni che suggeriscono di adottare maggiori limitazioni, la tipica linea tenuta dalle aziende è «non ci sono prove certe del rischio». Ho scritto questo libro proprio per dimostrarvi che non è così.

C’è un’ampia mole di solida scienza che dimostra come le radiazioni elettromagnetiche, sotto-prodotto del nostro mondo super tecnologico, abbiano molti effetti diversi sulla nostra biologia. È arrivato il momento di sostituire il solito ritornello «non ci sono prove certe del rischio» con «è tempo di riconoscere il pericolo e di agire di conseguenza».

Sono tanti i passi necessari per cambiare. Ecco due dei più importanti:

1. Stabilire criteri che rendano la tecnologia più sicura per gli utilizzatori e per tutto ciò che sta nell’ambiente circostante.
Fortunatamente tali criteri non sono difficili da tradurre poi nella pratica e ci sono molti modi per ridurre la quantità di esposizione. Ciò di cui c’è bisogno è riconoscere che il cambiamento è necessario e attuabile.

2. Fare in modo che la cittadinanza sia informata.
Quando le persone sono informate, sono anche responsabilizzate. Abbiamo visto bene cosa può fare la popolazione quando si mobilita per agire. La politica di aziende e governi può modificarsi radicalmente.

Questi obiettivi sono centrali per le idee esposte nel libro.

Conoscendo i fatti, potete prendere decisioni informate su come utilizzare la tecnologia e potete anche diventare parte del processo necessario per ridurre i potenziali danni causati dalle radiazioni elettromagnetiche. Estratto dal libro di Martin BlankTroppo Connessi?

Dr. Martin Blank, esperto di effetti sulla salute dei campi elettromagnetici, ha studiato la materia per oltre trent’anni. Ha ottenuto il suo primo PhD alla Columbia University in chimica fisica e il secondo all’Università di Cambridge in scienze colloidali. Dal 1968 al 2011 ha insegnato come professore associato alla Columbia University, dove oggi lavora come docente a contratto. Il dottor Blank ha ricoperto il ruolo di consulente esperto sulla sicurezza dei CEM per il Parlamento canadese, per la House Committee on Natural Resources and Energy (HNRE) in Vermont e la Corte suprema federale brasiliana.

Troppo Connessi?
Cellulari, smartphone, wifi, dispositivi elettrici – Le verità scientifiche sui pericoli delle radiazioni elettromagnetiche per la nostra salute
Ordina su Il Giardino dei Libri

APPROFONDIMENTI

  • Il Wi-Fi sta distruggendo le nuove generazioni ma nessuno ce lo dice – Quella che risulta essere la principale minaccia per la nostra salute è anche naturalmente quella che più viene tenuta nascosta dai media. Un giro economico più che miliardario, legato ai settori in piena crescita della telefonia e della tecnologia wireless in genere….
  • Inquinamento Elettromagnetico e Telefoni Cellulari – Ora è ufficiale: la radiazione del tuo cellulare potrebbe ucciderti. Dopo molti anni di dibattito sui rischi per la salute derivanti dai telefoni cellulari, un recente rapporto finalmente fornisce delle risposte….

ARTICOLI CORRELATI

Crediti immagine Fresh Paint

LEGGERE ATTENTAMENTE il Disclamer

Facebook Comments

Precedente Direzione salute - Una denuncia forte Successivo Termoablazione Tumore al fegato